Articoli

Anche quest’anno il CEO di Enosis Carlo Dugo ha preso parte come giudice degustatore al Concours Mondial de Bruxelles organizzato a Brno in Repubblica Ceca.

Per la prima volta nella storia della competizione, le degustazioni si svolgono a inizio settembre. Nel cuore della Moravia meridionale, a Brno, 250 degustatori hanno dato il via alle sessioni rispettando scrupolosamente le regole sanitarie in vigore.

Qui il comunicato stampa ufficiale dell’apertura del 27° Concours Mondial de Bruxelles.

Seguiteci sulla pagina Facebook di Enosis per saperne di più ogni giorno!

Riportiamo il comunicato stampa pubblicato dal magazine enogastronomico Vinodabere che annuncia l’apertura in Messico del Wine Bar firmato CMB.

Luglio 2020: il primo Wine Bar del Concours Mondial de Bruxelles (CMB) apre le sue porte nel centro direzionale di Città del Messico. Con una area di 650 metri quadri, il Wine Bar del CMB proporrà agli avventori vini e alcolici provenienti da tutto il mondo, tutti sotto l’egida del label di qualità Concours Mondial de Bruxelles. A causa della pandemia in corso, l’apertura sarà più che altro un pre-lancio poiché le circostanze attuali non consentono agli organizzatori di inaugurare il luogo come previsto inizialmente.

Il Wine Bar CMB fa parte di un progetto, iniziato circa due anni fa, che nasce dalla stretta collaborazione tra Carlos Borboa, sommelier, giornalista e comunicatore, rappresentante del Concours Mondial di Bruxelles in Messico nonché direttore di Mexico Selection, e Baudouin Havaux, Presidente del Concours Mondial de Bruxelles e direttore di Vinopres.

La selezione dei vini italiani è a cura di Carlo Dugo, CEO di Enosis, nonché autore di Vinodabere ed ambasciatore italiano per il Concours Mondial de Bruxelles.

Il concept inedito

Il concept del progetto va ben oltre un classico wine bar. Il suo obiettivo principale è di creare una vetrina per i vini premiati dal Concours Mondial de Bruxelles e dagli altri concorsi organizzati dal CMB, come il Mexico Selection by Concours Mondial de Bruxelles, il Concours Mondial du Sauvignon e Spirits Selection by Concours Mondial de Bruxelles. Verrano serviti solo vini premiati al Concours Mondial de Bruxelles, a garanzia di qualità. Il bar aprirà con 250 vini e alcolici che saranno esposti nella Wine Library, con una capacità di esposizione di 700 etichette.

Ma secondo il Presidente del Concours Mondial de Bruxelles, Baudouin Havaux: “L’obiettivo finale è di proporre nella carta dei vini tutte le migliaia di vincitori provenienti dai 54 Paesi che partecipano al concorso di anno in anno.”

Ulteriore obiettivo del Wine Bar del CMB è sviluppare uno strumento di comunicazione e promozione per i produttori premiati che desiderano lavorare sul mercato messicano. È stato concepito come una piattaforma dove i produttori di tutto il mondo possono interagire sia con gli appassionati di vini e alcolici sia con gli operatori del settore quali sommelier, distributori e importatori.

Continua a leggere il comunicato stampa

 

La principale agenzia di stampa italiana parla di noi! ANSA ha pubblicato un lungo articolo sull’attività di Enosis, sulla partnership con la Fondazione Italia-Giappone, sulla operatività sul mercato giapponese. E soprattutto sull’iniziativa di Enosis a supporto dell’Ospedale Spallanzani di Roma durante l’emergenza Coronavirus, al quale devolverà parte del ricavato delle vendite di vino ed alcolici effettuate sul portale OkWine .

Visita il sito web dell’ANSA

Il magazine enogastronomico Vinodabere parla di OkWine, il nuovo e-commerce delle eccellenze vinicole di Enosis, nato durante l’emergenza sanitaria globale dovuta al Coronavirus, e dell’iniziativa di Enosis di devolvere parte del ricavato in beneficenza all’Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma.

Leggi la notizia

Riportiamo la bella intervista rilasciata a Vinopres da Carlo Dugo, fondatore e proprietario di Enosis, nella quale condivide la sua esperienza di promotore dei vini premiati al Concours Mondial de Bruxelles. Un’interessante riflessione sul valore aggiunto trasmesso da una medaglia e sui benefici e le opportunità generati dalla partecipazione alla competizione enologica internazionale.

Clicca sul logo del Concours Mondial del Bruxelles per leggere l’intervista:

Anche il magazine enogastronomico ha riportato l’intervista.

Il magazine enogastronomico Vinodabere ha pubblicato la videointervista di Carlo Dugo a Karin Meriot, coordinatrice eventi Italia per il Concours Mondial de Bruxelles, andata in diretta sulla pagina Facebook di Enosis il 4 aprile 2020. Un’importante occasione per sentire il racconto del rinomato concorso enologico internazionale da chi lavora “dietro le quinte” e da chi continua a lavorare per portare avanti l’organizzazione del concorso nonostante la crisi attuale causata dal Covid-19.

Clicca sull’immagine per vedere l’intervista

 

 

 

Superficie vitata totale: 7 ettari

Produzione bottiglie totale: bottiglie prodotte 22.000

 

 

Superficie vitata totale: 12 ettari

Produzione bottiglie totale: 90.000 bottiglie prodotte

 

 

Superficie vitata totale: 20 ettari

Produzione bottiglie totale: 50.000 bottiglie